Studi e Metodi dello Psicoanalista

Annunci di Lavoro

Il Lavoro dell'Analista

Nel passato, la psicoanalisi nasceva come trattamento mirato alla cura dei disordini di tipo nevrotico, come per esempio i disturbi associati all'isteria, all'ansia, alle fobie, alla distorsione della realtà, alle inibizioni, ai disturbi sessuali, ecc. Lo studio avveniva mediante l'analisi sistematica delle difese che  nascevano a loro volta dalla relazione che si veniva ad instaurare tra il paziente e lo specialista.

Navigare Facile

Questo particolare tipo di analisi, faceva sì che il paziente comprendesse al meglio quale era l'origine della propria esperienza psichica e di conseguenza il disturbo che esprimeva (psicopatologia), in modo tale da permettere allo specialista di intervenire e curare la patologia che emergeva.

Ad oggi lo psicoanalista è una figura apprezzata e stimata e una volta ottenuta la laurea egli ha l'opportunità di poter applicare la propria conoscenza in base alle esperienze professionali vissute. La pratica della psicoanalisi viene effettuata solitamente all'interno di uno studio privato, dove al paziente che arriva per la prima volta gli si chiede di rispettare alcune precise regole in modo tale da ottimizzare il lavoro dello psicoanalista.

Se consideriamo una seduta classica di psicoanalisi, volta alla pratica di metodologie mirate alla cura della patologia la frequenza con cui un paziente dovrebbe recarsi dallo specialista, va dalle due alle quattro sedute a settimana (in base alla gravità della patologia), e la durata non supera mai mediamente l'ora. Successivamente tutto ciò che avviene all'interno dello studio, ovvero da come il paziente preferisce porsi nei confronti dello specialista e le modalità di pagamento, vanno in base alle richieste soggettive di ogni professionista.

Food

L'addestramento per diventare psicoanalista è generalmente lungo e complesso ed è il medesimo per ottenere l'abilitazione a diventare poi psicoteraputa. La difficoltà non è solo nelle materie di studio, ma anche negli anni durante i quali colui che desidera diventare psicoanalista deve sottoporsi periodicamente a sedute di analisi personale e analisi didattica oltre che alla supervisione critica per poi essere potenzialmennte pronto, sia dal punto di vista di studio sia da quello di "ascoltatore" empatico ossia quando si trova di fronte al paziente che richiede il suo aiuto.